ART. 1

Tra gli aderenti al presente Statuto è costituita, ai sensi dell'art. 36 del Codice Civile, la Associazione Ginecologi Extra Ospedalieri , in seguito denominata A.G.E.O.
La A.G.E.O. non ha scopo di lucro e s'impegna ad operare su tutto il territorio nazionale.
L'Associazione è a struttura federativa e si articola in Sezioni Regionali ai sensi del Regolamento allegato.
La sede dell'Associazione è in Padova, in Via S. Prosdocimo 6.
La variazione della sede dell'Associazione o della Segreteria Nazionale è deliberata dal Consiglio Direttivo.


ART. 2

Scopi dell'Associazione sono:

  • identificare e definire la figura del ginecologo extraospedaliero, valorizzandone gli aspetti peculiari e promuovendone la formazione permanente.
  • sostenere l'inserimento attivo e costante della A.G.E.O. nella programmazione nazionale e regionale, in collaborazione paritetica con le altre associazioni che operano nel settore ostetrico-ginecologico e con le associazioni di medicina generale, nonché con le Università e le strutture territoriali ed ospedaliere del Servizio Sanitario Nazionale (SSN).
  • ricercare comuni modalità operative per la gestione e la tutela dell'attività dei ginecologi extraospedalieri.
  • creare comuni indicatori di verifica di qualità, anche in funzione dell'accreditamento nell'ambito del Programma Nazionale per l'Educazione Continua in Medicina (E.C.M.).
  • coordinare la raccolta dati per la verifica scientifica dell'attività.
  • promuovere ed essere di riferimento per la formazione, l'aggiornamento, le conoscenze scientifiche nell'ambito della ginecologia e ostetricia extraospedaliera e delle prestazioni diagnostiche e terapeutiche ad essa collegate.
  • promuovere l'educazione sanitaria della popolazione.
  • promuovere una strategia operativa comune che diventi essa stessa propositiva nei rapporti con gli organi istituzionali,al fine di ottenere la partecipazione ed il coinvolgimento dell'Associazione in progetti e iniziative.
  • organizzare simposi e congressi nazionali e internazionali che prevedano la partecipazione di ricercatori nel campo scientifico.
  • favorire gli scambi culturali con associazioni nazionali e straniere che perseguano gli stessi scopi.
  • promuovere iniziative comuni per l'acquisizione di materiali e strumentazioni e per la stipula di assicurazioni professionali, nonché per altre necessità emergenti.
  • istituire premi e borse di studio in discipline ostetrico- ginecologiche.

L'Associazione, con deliberazione dell'Assemblea Ordinaria, può estendere la propria attività ad altri settori d'intervento compatibili con le finalità dell'Associazione.


ART. 3

L'Associazione viene costituita a tempo indeterminato. Lo scioglimento è deliberato dall'Assemblea Straordinaria, previa convocazione scritta ai sensi dell'art. 7, da inviare agli associati almeno 15 giorni prima dell'assemblea.


ART. 4

II patrimonio dell'Associazione è costituito:

  • dalle quote associative;
  • dai contributi degli associati;
  • da eventuali contributi ministeriali o di enti pubblici o privati;
  • da eventuali erogazioni, donazioni e lasciti di associazioni o di terzi;
  • da proventi derivanti da manifestazioni a carattere scientifico o promozionale o da partecipazioni a queste;
  • dai beni che a qualsiasi titolo divengano di proprietà dell'Associazione.

ART. 5

Sono Soci Fondatori coloro che hanno concorso alla fondazione dell'A.G.E.O.
Possono aderire all' Associazione in qualità di Soci Ordinari i medici specialisti in Ginecologia ed Ostetricia che svolgono esclusivamente attività ambulatoriale e professionale extraospedaliera ed extrauniversitaria qualora ricoprano i requisiti indicati dal Consiglio Direttivo.
Possono aderire all'Associazione in qualità di Soci Straordinari i medici specialisti in Ginecologia ed Ostetricia operanti all'interno di strutture universitarie ed ospedaliere.
Possono aderire all'Associazione in qualità di Soci Onorari coloro che abbiano conseguito speciali benemerenze nell'ambito delle finalità dell'A.G.E.O.
Possono aderire all'Associazione in qualità di Soci Aggregati i Medici Specializzandi in Ginecologia e Ostetricia, i Medici non ginecologi ed i Biologi che lavorano nell'ambito della Ginecologia ed Ostetricia.
Possono aderire all'Associazione in qualità di Soci Sostenitori tutte le persone fisiche o giuridiche che abbiano erogato sovvenzioni o contributi all'associazione.
L'ammissione degli associati è disposta dal Consiglio Direttivo all'unanimità con effetto immediato su proposta di due soci ordinari o del delegato regionale e deve essere ratificata dall'assemblea ordinaria.
Hanno diritto al voto tutti gli associati ordinari iscritti da almeno 2 anni e in regola con il pagamento delle quote associative.


ART. 6

Sono organi dell'Associazione:

  1. l'Assemblea Ordinaria
  2. il Consiglio Direttivo
  3. le Sezioni Regionali
  4. il Collegio dei Revisori dei Conti

ART. 7

Le Assemblee ordinaria e straordinaria vengono convocate:

  • dal Consiglio Direttivo
  • dal Consiglio Direttivo su proposta di un gruppo di associati; qualora tale gruppo superi il 20% dei soci in regola con il pagamento della quota associativa, la convocazione è obbligatoria.
  • da almeno tre delegati regionali.

L'Assemblea ordinaria è convocata dal Consiglio Direttivo almeno una volta all'anno per l'approvazione del bilancio consuntivo e preventivo.
La convocazione delle Assemblee ordinaria e straordinaria avviene mediante comunicazione per iscritto (lettera postale, fax,posta elettronica) inviata presso la residenza o la sede degli iscritti con preavviso di almeno 15 giorni.
La convocazione deve contenere l'ordine del giorno, l'indicazione della data, dell'ora e della sede dell'Assemblea.
Le Assemblee in prima convocazione sono regolarmente costituite con la presenza di almeno i due terzi degli iscritti. In seconda convocazione le Assemblee possono deliberare se il numero degli associati presenti è pari almeno al numero dei componenti il Consiglio Direttivo più una persona.
Le Assemblee sono presiedute dal Presidente o da persona da Lui delegata.


ART. 8

L'Assemblea ordinaria delibera con il voto favorevole della metà più uno degli associati presenti
L'Assemblea straordinaria delibera con il voto favorevole dei due terzi degli associati presenti.


ART. 9

L'Assemblea ordinaria:

  • approva il bilancio;
  • elegge il Consiglio Direttivo e il Collegio dei Revisori dei Conti;
  • delibera su tutte le questioni sottoposte al suo esame dal Consiglio Direttivo.

ART. 10

L'Assemblea straordinaria delibera sulle modifiche dell'atto costitutivo e dello statuto, sullo scioglimento e sulla nomina dei liquidatori e sulla devoluzione del fondo comune.


ART. 11

L'amministrazione dell'Associazione spetta al Consiglio Direttivo
Possono essere eletti nel Consiglio Direttivo solo gli associati ordinari.
L'Assemblea ordinaria determina il numero dei Consiglieri effettivi.
I Consiglieri in carica non possono essere più di sette.
In caso di dimissioni o decadenza di un Consigliere, subentra il primo dei non eletti e, nell'eventualità di parità di voti ottenuti, viene eletto il più anziano per età.
Il Consiglio Direttivo elegge a maggioranza semplice un Presidente,, un Consigliere con funzioni di Segretario, un Consigliere con funzione di Tesoriere.
Il Presidente ha la rappresentanza anche legale e processuale dell'Associazione.
In caso di assenza o mancanza del Presidente, il Segretario ne assume temporaneamente le funzioni.
Al Segretario competono la gestione dell'Associazione, il coordinamento dell'attività organizzativa e culturale dell' Associazione e l'esecuzione delle decisioni del Consiglio Direttivo.
In caso di assenza o mancanza del Segretario, il Presidente ne assume temporaneamente le funzioni.
Il Presidente uscente può partecipare alle sedute del Consiglio Direttivo senza diritto di voto.
L'assenza non giustificata a due riunioni consecutive del Consiglio, nell'arco dell'anno, comporta la decadenza dalla carica.
Le elezioni devono tenersi nella città al momento sede del Convegno Nazionale o nella città sede dell'A.G.E.O. qualora non si tenga il Convegno Nazionale.
I Delegati Regionali sono designati dalle Assemblee Regionali o, in assenza di tale designazione, dal consiglio Direttivo, con diritto di revoca.


ART. 12

II Consiglio Direttivo e i Delegati Regionali rimangono in carica tre anni.
Il Consiglio Direttivo è regolarmente costituito con la presenza della metà più uno dei componenti.
II Consiglio Direttivo può essere convocato dal Presidente ovvero su richiesta del Segretario o di un terzo dei Consiglieri.
Il Consiglio Direttivo deve essere convocato almeno tre volte all'anno.
L'avviso di convocazione del Consiglio Direttivo deve avvenire per iscritto (lettera postale,fax,posta elettronica) almeno 15 giorni prima e deve contenere l'indicazione dei temi all'ordine del giorno.
Le deliberazioni del Consiglio Direttivo sono prese a maggioranza. In caso di parità prevale il voto del Presidente.

E' di competenza del Consiglio Direttivo:

  • nominare il Presidente, il Tesoriere, il Segretario generale
  • deliberare sull'ammissione dei nuovi associati
  • nominare gli associati onorari, straordinari, e sostenitori;
  • determinare le quote associative
  • compiere tutti gli atti necessari per la gestione dell'Associazione che non siano riservati alla competenza delle Assemblee.

ART. 13

Il Collegio dei Revisori dei conti è formato da tre membri effettivi oltre un supplente eletti dall'Assemblea ordinaria.
Il collegio al suo interno nomina un Presidente. Il Presidente deve convocare il collegio almeno una volta all'anno entro il 31 Dicembre in occasione dell'approvazione del bilancio o del rendiconto.
I Revisori dei conti controllano la regolare tenuta della contabilità dell'Associazione.
I Revisori dei conti non hanno diritto di voto nel Consiglio Direttivo


ART. 14

La qualità di associato si perde:

  • per recesso dell' associato da comunicarsi per iscritto con effetto immediato;
  • per esclusione deliberata dall'Assemblea ordinaria qualora l'associato agisca in contrasto con gli interessi e le finalità dell'Associazione
  • qualora l'associato non sia in regola con il pagamento della quota annuale per almeno due anni consecutivi
  • per decadenza allorché vengano meno i requisiti necessari per l'ammissione ovvero cambia configurazione in tal caso.

ART. 15

Per le obbligazioni dell'Associazione rispondono personalmente e solidamente verso i terzi gli associati che hanno agito in nome e per conto dell'Associazione


ART. 16

Il presente statuto è completato dal regolamento che disciplina l'articolazione dell' Associazione in sezioni regionali, sia nell'aspetto organizzativo che nella modalità di ripartizione delle quote associative.

Il giusto partner per la tua attività di medico